Wednesday, April 26, 2006


Libertà (e il suo contrario)

Ciao a tutti!
Ogni volta è così.
In questi 4 giorni senza lavoro, ho toccato la libertà, l'ho sentita, mi ha protetto.
Ed adesso mi sento così triste, così annoiato dai soliti stereotipi che ho come colleghi, così sopraffato da un lavoro che odio.

Il problema è che, qualche anno fa, la libertà mi sorrideva ogni giorno, anche nel lavoro.
Perchè ho sempre lavorato in posti dove le persone mi lasciavano essere quello che sono perchè amavano quello che sono.

Oggi sono imbavagliato e legato.
E la libertà, quando la tocco, mi fa male.

(nella foto: Julie Watai vestita da Hello Kitty. The image is used only for illustrative scope.)

8 comments:

Anonymous said...

passavo per un saluto..mio Generalissimo :)) bul

FantasticManOfPlastic said...

Per Bul: ti saluto anche io.
buongiorno.

Bianca said...

l'ho presa
l'ho presa
l'ho presa!

che peso mi sono tolta!

un giorno ti passo a fare un saluto! hi hi eh eh!

appena ho un pò di tempo ti racconto tutto per mail!

un bacione mio diletto!

FantasticManOfPlastic said...

Per Blanche: Oh, bene!
Mesi e mesi di travaglio ed infine...
Io ti aspetto!
Vestiti punkettosamente!

Bianca said...

o da hello kitty?

Anonymous said...

ma senza la non-libertà, forse non sapremmo cosa vuol dire davvero la libertà stessa...
un bacio
Ely

FantasticManOfPlastic said...

Per Bianca: non mi indurre in tentazione, Bianchina!

FantasticManOfPlastic said...

Per Ely: E' vero. Senza non-libertà, la libertà perderebbe senso...