Thursday, March 29, 2007



Bigliettini.

Ultimamente scrivo molti bigliettini.
Di quelli che si scrivono per avvisare le madri che si hanno le chiavi di casa appresso, per esempio.

Spero sempre di aver qualcosa da dire a chi non è in casa, così posso fare per mia madre o mia sorella un bel bigliettino disegnato.

Sono molto fiero, di questi bigliettini.
Un giorno forse ne scannerizzerò qualcuno.

Nella mia epoca d'oro fumettistica (cioè, quando ero un disegnatore e basta e disegnavo tutti i giorni puntando a diventare fumettista professionista), odiavo disegnare.
Ma lo facevo lo stesso, anche se non ero mai soddisfatto di quel che facevo.
C'era sempre qualcosa che non mi piaceva e ci mettevo ore per fare tavole di cui alla fine non ero per nulla fiero.

Adesso adoro fare bigliettini disegnati.
Perchè ormai sono uno scrittore (anche se underground...anzi, se passate ai vostri amici il link del blog dei miei racconti, mi fate un piacere!) e quindi il disegno è diventato una sorta di passatempo senza nessun obbligo o costrizione.

Anche perchè in Italia non si può vivere col fumetto ed il fare successo con i fumetti è solo un pensiero utopistico.
Quindi tanto vale disegnare per comunicare qualcosa a qualcuno, su qualsiasi superficie.

Su un foglietto di carta, su un muro, sulla propria pelle...

(nella foto: quei bei ragazzi degli Used. The image is used only for illustrative scope. Spero che adesso AV non mi reputi un mollaccione...)

3 comments:

Zimo said...

Ho scritto un Grazie per te :D

Anonymous said...

anche a me piace fare i bigliettini da lasciare ai miei XD
bacio
Ely

Anonymous said...

Caro, ho deciso di lasciarle un tratto. La sua maestra saluta, ammirata dal nuovo blog che ancora non aveva segnato. L'aspetto al telefono, in ritorno. Stia bene.

Angie