Tuesday, September 06, 2005

Riflessioni sul cinema italiano

Questa mattina, in ascensore, si parlava con Anna, collega neofita, del cinema italiano.
E siamo arrivati alla conclusione che il cinema italiano non esiste, non ha consistenza, importanza.

Questo mi ha fatto un pò riflettere sull'argomento in generale...
Per me il cinema italiano di oggi è schiavo delle solite storie, delle solite sceneggiature, dei soliti attori che fanno mille film all'anno tutti uguali...

Tra tanti, Giordana, con i suoi soggetti coraggiosi, mi sembra l'unico ad emergere dalla banalità...

10 comments:

Anonymous said...

Ehmmm....poi dici di essere normale!!! Appena ti fermi a 'riflettere' su qualcosa, la degna conseguenza è che realizzi che non esiste!!!! Sei strambo o no? Firmato: la tua anonima più sfegatata ('Anonymous said' mi sapeva un po'...ANONIMO :-))))

FantasticManOfPlastic said...

Per anonima sfegatata: io non ho mai detto di essere normale....

Jamila said...

io sono una fan del cinema italiano (ancora di più dopo il film lentissimo francese di ieri); certo, fan di quel cinema italiano di nicchia (non la saga boldi de sica o i filmetti per la tv)difficile da scovare; resto dell'opinione che anche il peggior film italiano di questo genere sia sicuramente più interessante dei vari batman o titanic americani. ciao

FantasticManOfPlastic said...

Per Jamila: ogni cosa è meglio dei kolossal americani, per me...

enfant terrible said...

sta zitto filoamericano!

Anonymous said...

Purtroppo un pò è vero...
Mah, il cinema italiano vero è davvero labile...

Anonymous said...

By Ely (m'ero dimenticata :-P)

Anonymous said...

il pubblico medio(italiano e non)secondo me cerca solo intrattenimento e non qualità...allora abbondano i film-porcheria...
chiare77a

Anonymous said...

i miei omaggi GENERALISSIMO!!!

FantasticManOfPlastic said...

Per la Bul: Salve, o mia cadetta!