Monday, June 19, 2006


Inglesismi.

Incomincio a non sopportare gli inglesismi.
Gli improvement, i workflow.

Se ho voglia di parlare un pò in inglese, vado a Karlsrhue (dannata indecisione...non so ancora dove si deve mettere la H!), in Germania, dai miei amici Ingo e Ken (ma sarà mio amico Ken?! Bah!).
Se ho voglia di scrivere un pò in inglese, vado su un forum o scrivo alla mia amica di penna giapponese.

Insomma, mi sono stufato di sentire pancioni meridionali che biascicano i dati del loro fiscal year, di questo inglese maccheronico usato negli uffici per darsi un tono.

Uff....

(nella foto: un robot disegnato da Wayne Coyne dei Flaming Lips. The image is used only for illustrative scope. Ieri la menosa ha detto che ha sentito gli YYYs e le sono piaciuti. Ora devo ucciderla per forza!)

5 comments:

Anonymous said...

mah, sarà il riflusso della globalizzaione :P
bacio
Ely

Bianca said...

Karlsruhe

ok si torna in Germany!?
... però con me sai che devi parlare italiano!

bacio, buongiorno!

FantasticManOfPlastic said...

Per Ely: La globalizzazione sta distruggendo le realtà nazionali, propugnando e diffondendo un finto, insulso miscuglio di inglese maccheronico e lingua nazionale.
Io provo orrendo schifo, per queste cose.

FantasticManOfPlastic said...

Per Blanche: Semmai, dopo che ci sposiamo, possiamo fare la nostra luna di miele nel dormitorio dove ci siamo conosciuti....

Che romantico!

Bianca said...

si si...
se no ci sposiamo la e il banchetto lo facciamo nella sala della tv dove ci siamo ubriacati di vino, birra e vodka scadente al suono di "Un Ragazzo Di Strada" dei mitici Corvi!

strafavoloso!